Regia: YiNan Diao; Sceneggiatura: YiNan Diao; Musica: Wen Zi; Montaggio: Yang Hongyu; Interpreti: Liao Fan, Lun Mei GWEI, Xuebing Wang, Jingchun Wang, Yu Ai Lei, Ni Jingyang; Produzione: Omnijoi Media, Boneyard Entertainment China, China Film Co.; Paese: Cina; Anno: 2015; Durata: 110 minuti.

Estate 1999. L’ispettore Zhang indaga sul caso di un cadavere fatto a pezzi i cui resti vengono rinvenuti in diverse fabbriche di carbone della provincia. In seguito a un inaspettato conflitto a fuoco in cui perdono la vita due colleghi, rinuncia però a proseguire le indagini, e viene trasferito in una fabbrica come guardia di sicurezza. Nell’inverno 2004, Zhang è un uomo disilluso, psichicamente provato e facilmente incline all’alcool. Quando un suo amico poliziotto gli riferisce di un caso analogo a quello di cinque anni prima, Zhang vede la possibilità di affrontare i fantasmi del passato e riscattarsi come uomo. Aiutato da un ex collega, Zhang decide di investigare sul caso e scopre che le vittime sono collegate a Wu Zhizhen, una giovane donna che lavora in una lavanderia. Fingendosi cliente, Zhang comincia a osservarla e ben presto se ne innamora.

Regia: Louis Garrel - Sceneggiatura: Louis Garrel, Jean-Claude Carrière - Fotografia: Irina Lubtchansky - Montaggio: Joëlle Hache - Interpreti: Laetitia Casta, Lily-Rose Depp, Joseph Engel, Louis Garrel - Produzione: Why Not Productions, Wild Bunch - Paese: Francia 2018 - Genere: Commedia - Durata: 75 minuti.

Marianne e Abel si amano e vivono insieme, almeno fino a quando Marianne non lascia Abel perché aspetta un figlio da Paul, il miglior amico di Abel. Marianne lo sposerà presto e lui deve andarsene, in fretta. Abel non oppone resistenza e se ne va come fosse niente ma non è niente. Nove anni dopo, il cuore di Paul si ferma. Abel e Marianne si rivedono al funerale. Gli ex amanti si riavvicinano ma Eve, sorella di Paul, uscita dall’adolescenza e innamorata da sempre dell’amico del fratello, vuole Abel e dichiara guerra a Marianne. A complicare tutto poi c’è Joseph, figlio di Marianne e Paul, appassionato di enigmi polizieschi e convinto che la madre abbia avvelenato il padre.

Drammatico; Regia: Guillaume Senez; Sceneggiatura: Guillaume Senez, Raphaëlle Desplechin-Valbrune; Fotografia: Elin Kirschfink; Montaggio: Julie Brenta; Interpreti: Romain Duris, Laure Calamy, Laetitia Dosch, Lucie Debay, Basile Grunberger, Lena Girard Voss, Dominique Valadié;     Titolo originale:  Nos batailles; Produzione: Isabelle Truc, David Thion, Philippe Logie;  Paese:  Belgio, Francia 2018; Durata: 98 minuti.

Olivier, un caporeparto di 39 anni, dà tutto per il suo lavoro. Stanca di essere trascurata, la moglie Laura, madre dei suoi due figli, decide di andare via di casa inchiodandolo così alle sue responsabilità. Del tutto perso e in balia degli eventi, Olivier dovrà fare i conti con la nuova condizione di padre single che deve crescere i figli da solo.

VENERDI' 31 GENNAIO 2020 TEATRO F.CILEA REGGIO CALABRIA ORE 17.30

Regia di Mimmo Calopresti - Sceneggiatura: Mimmo Calopresti, Monica Zappelli - Fotografia: Stefano Falivene - Montaggio: Valerio Quintarelli - Musiche: Nicola Piovani Interpreti: Valeria Bruni Tedeschi, Marcello Fonte, Francesco Colella, Marco Leonardi, Sergio Rubini - Anno: 2019 - durata 89 minuti.

Ad Africo, alla fine degli anni ’50, una donna muore di parto perché il dottore non riesce ad arrivare in tempo e perché non esiste una strada di collegamento. Gli uomini, esasperati dallo stato di abbandono, vanno a protestare dal sindaco. Ottengono la promessa di un medico, ma nel frattempo, capeggiati da Peppe, decidono di unirsi e costruire loro stessi una strada. Tutti, compresi i bambini. Giulia, la nuova maestra elementare, viene dal Nord, e vuole insegnare l’italiano “se Africo entrerà nel mondo grazie alla strada, i ragazzi dovranno conoscerlo prima, imparando a leggere e a scrivere”. Ma per Don Totò, quello che detta la vera legge, Africo non può diventare davvero un paese ‘italiano’...

Con la proiezione di Dopo il Silenzio, regia di Mario Canale da una idea di Marcello Villari, iniziano, giovedì 16 gennaio ore 18.30/21.00 Cinema Teatro Metropolitano, le proiezioni organizzate dal Circolo C. Chaplin con AREA Area Democratica per la Giustizia.

Il primo dei quattro appuntamenti in programma prevede la proiezione del film di Mario Canale con la presenza in sala di Marcello Villari - giornalista, filmaker e scrittore – che presenterà il suo lavoro dedicato a 4 importanti scrittori calabresi: Gioacchino Criaco, Domenico Gangemi, Annarosa Macrì e Carmine Abate.
Il dibattito che seguirà la proiezione delle 18.30, si arricchirà del contributo di Francesca Orefice, Monica Della Vedova e Saveria Lollio di Lab Donne gruppo di lettura di Gioia Tauro e di Angela Curatola presidente del Circolo Guglielmo Calarco.

Insieme - e con il contributo di altri ospiti - cercheremo di meglio delineare il panorama della produzione letteraria calabrese degli ultimi anni. Anni particolarmente importanti per i successi registrati e  per l'eco ottenuto da tali opere, alcune delle quali sono divenute oggetto di produzioni cinematografiche e televisive di grande impatto sul pubblico nazionale.

Il racconto della Calabria realizzato, nel nostro caso, da autori calabresi è un terreno di confronto ed approfondimento particolarmente importante per gli spunti che esso sicuramente fornisce e per l'indiscutibile vicinanza che lega autori e lettori ai temi proposti. Essere fautori della propria immagine e del proprio racconto è sicuramente una tappa importante per una più qualificata e condivisa visione sulla e della Calabria. Operazione culturale che può e deve coinvolgere tutte le componenti della società calabrese; nessuna esclusa. Noi vogliamo provarci.

I tre appuntamenti che seguiranno sono:

  • 31 gennaio - proiezione di Aspromonte la terra degli ultimi di Mimmo Calopresti (presente in sala)
  • 20 febbraio la Proiezione di Lucania terra, sangue e magia di G Roccati
  • 27 febbraio  Vita segreta di Maria Capasso di Salvatore Piscicelli

Questo sito utilizza i cookies per meglio fornire i servizi ai visitatori. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all'utilizzo dei cookies in conformità con i termini di uso.