Premio "Maurizio Grande"

Sylvie Lindeperg

VINCITRICE 2013 edizione francese

Motivazione

Il libro premiato di Sylvie Lindeperg è intitolato La via delle immagini, e foneticamente, in francese, il titolo potrebbe anche dare l’impressione di significare La voce delle immagini. Effettivamente, l’autrice, non solo indica una via da seguire nella lettura storica di un cospicuo numero di immagini, ma dà a esse una voce critica che rivela molte verità celate, nascoste, a volte addirittura rubate. Il sottotitolo, “ Quattro storie di riprese filmiche [tournages?] nella primavera-estate del 1944 ”, attraverso le date, conferisce a questo lavoro la qualità di un’analisi storica. L’introduzione è significata da un titolo : “L’immagine come deposizione ” che deve essere svolta attraverso la descrizione minuziosa e la ricerca di una intimità con il ‘corpo dei film’. Ogni capitolo poi — quattro capitoli in tutto — propone un titolo come punto di partenza delle verità perdute che i filmati riportano alla luce. Nell’ordine : “ Le tirannie del visibile ”, “ Le immagini alle origini [les images sources] della Resistenza ”, “ Il canto dei fantasmi, o l’arte del contrabbando ”, “ Il doppio gioco del cinema ”; un dialogo con Jean-Louis Comolli chiude infine il volume.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.