Analisi del testo filmico
Incontri presso la Sede del Circolo e il  Politeama Siracusa - Reggio Calabria
L'iniziativa, rivolta soprattutto ai giovani ma aperta a tutti i soci, attraverso diverse serie di lezioni/videoproiezioni/discussioni su alcuni film che più hanno influenzato la storia del cinema,  intende offrire l'occasione non solo di rivedere i classici di ieri e di oggi, ma di avviare anche una metodologia di analisi del testo filmico.

2012-2013 - XII serie
Registi allo specchio

  • Effetto Notte - regia François Truffaut - 1973
  • Gli ultimi fuochi - regia Elia Kazan - 1976
  • Lo stato delle cose - regia Wim Wenders - 1982
  • Barton Fink - regia Joel e Ethan Coen - 1991
  • Schiava d'amore - regia Nikita Mikhalkov - 1975

2009-2010 - XII serie
... Domenica con Clint

  • Il texano dagli occhi di ghiaccio
  • Gli spietati
  • Mystic river
  • The million dollar baby
  • Flag of our father
  • Lettere da iwo jima
  • Gran torino

2008-2009 - XI serie
... A proposito di Woody

  • Provaci ancora Sam
  • Prendi i soldi e scappa
  • Zelig
  • Broadway Danny Rose


2008-2009 - X serie
Omaggio a Charlie Chaplin

  • Il monello
  • La febbre dell'oro
  • Luci della città
  • Tempi moderni
  • Un re a New  York
  • Luci della ribalta


2006-2007 - IX serie
L'enigma del desiderio L'immaginario erotico nel cinema di Buñuell

  • Bella di giorno
  • Viridiana
  • Diario di una cameriera
  • Quell'oscuro oggetto del desiderio


2005-2006 - VIII serie
Omaggio a Pasolini

  • Accattone
  • Uccellacci uccellini
  • La ricotta
  • La terra vista dalla luna
  • Che cosa sono le nuvole
  • Mamma Roma
  • Il Vangelo secondo Matteo
  • Incontro-dibattito sulla figura di Pasolini, autore letterario, critico cinematografico, regista.
  • Comizi d’amore (1964)


2004-2005 - VII serie
Interpretazione del film

  • Tempi moderni di Chaplin
  • Susanna  di Hawks
  • Ombre rosse di  Ford
  • La regola del gioco di Renoir
  • Quarto potere di Welles
  • La finestra sul cortile di Hitchcock
  • Fiore d'equinozio di Ozu
  • Fino all’ultimo respiro di Godard
  • L'avventura di Antonioni


2003-2004 - VI serie
Chi li ha visti? (2)

  • Arizona Junior di J. Coen
  • Viale del tramonto di B. Wilder
  • Brazil di T. Gilliam
  • Rosemary’s baby di R. Polanski
  • El Topo di A. Jodorowsky
  • Le iene di Q. Tarantino
  • Luci della città di C. Chaplin


2002-2003 - V serie
Chi li ha visti?

  • Il bacio della pantera di J. Tourneur
  • Rashomon  di A. Kurosawa
  • L’anno scorso a Marienbad  di A. Resnais
  • Il servo di J. Losey
  • I pugni in tasca di M. Bellocchio
  • Bella di giorno di  L. Bunuel
  • 1941 Allarme  ad Hollywood di S. Spielberg


2001-2002 - IV serie
Cinema Kubrick

  • Bacio dell'assassino
  • Rapina a mano armata
  • Orizzonti di gloria
  • Lolita
  • Il dottor Stranamore
  • Barry Lyndon


2000-2001 - III serie
I Classici del cinema muto

  • Come vinsi la guerra  di B.Keaton
  • Nosferatu il vampiro  di F.W.Murnau
  • Un chien andalou - L'àge d'or di L.Bunuel
  • Sciopero  di S.Ejzenstejn
  • Entr'Acte  di R.Clair
  • La passione di Giovanna D'Arco  di T.Dreyer


1999-2000 - II serie
Il film come racconto e come linguaggio

  • Il cinema come fenomeno sociale, il cinema come segno
  • Il cinema come narrazione: analisi del racconto, analisi dei personaggi
  • Analisi del film: Germania anno 0  di Rossellini
  • Il linguaggio filmico: la forma della rappresentazione (l'inquadratura)
  • Il cinema come narrazione: analisi del tempo e dello spazio
  • Analisi del film: Il posto delle fragole di  Bergman
  • Il linguaggio filmico: il montaggio
  • Il cinema come narrazione: l'autore, il narratore, lo spettatore
  • Elaborazione di una scheda critica sul film


1998-1999  - I serie
Ritorno ai classici

  • Blade Runner  di R.Scott
  • 8%  di F.Fellini
  • Irma la dolce  di B.Wilder
  • La corazzata Potemkin  di S.Ejzenstejn
  • Sentieri selvaggi  di J.Ford
  • Shining  di S.Kubrick
  • La signora della porta accanto  di F.Truffaut
  • Senso  di L.Visconti
  • Pulp fiction  di Q.Tarantino
  • Ascensore per il patibolo  di L.Malle

1° Edizione 2009
In collaborazione con ll Museo dello strument musicale - www.mustrumu.it
Ex Stazione Lido - ore 21,15 - Reggio Calabria

Che possa definirsi o no un genere, un movimento, uno stile, è inequivocabile che il noir  ha attraversato  tutta la storia del cinema, arrivando fino ai nostri giorni. La rassegna Note noir offre quattro appuntamenti che vogliono evidenziare il ruolo che la musica ha giocato in questo genere, creando particolari atmosfere che hanno magnetizzato generazioni di spettatori di tutto il mondo. In programma titoli scelti tra le pellicole che sono diventate veri e propri cult movie non solo per le storie raccontate e per gli attori che le hanno interpretate, ma anche per le musiche che le hanno accompagnate. Chi non ricorda il famoso tema  As Time Goes By  di Casablanca, i brani  Put the Blame on Mame e Amado mio cantati da Rita Hayworth nelle sensuali esibizioni di Gilda, la struggente chitarra di Karas in Il terzo uomo, l’indimenticabile tromba di Miles Davis in Ascensore per il patibolo?  Per sottolineare questo aspetto, ogni no(t)te noir si concluderà con una performance di musica dal vivo, che dopo la proiezione, sarà dedicata alle  atmosfere del film.  

Casablanca
di Michael Curtiz. Con Humphrey Bogart, Ingrid Bergman. Musica: Herman Hupfeld.
USA. 1942. 102’
Rick Blaine, cinico gestore di un night club di Casablanca, scopre che la sua antica fiamma Ilsa è in città con il marito, il leader della resistenza al nazismo della Cecoslovacchia Victor Laszlo. All'inizio la tratta con freddezza, ma presto l'amore tra i due si riaccende...

Gilda
di Charles Vidor. Con Rita Hayworth, Glenn Ford. Musica: Hugo Friedhofer
USA. 1946. 110’
Johnny, un giocatore d'azzardo professionista, diventa il braccio destro di Ballin Mundson, il proprietario di un casinò illegale di Buenos Aires. Tutto fila liscio fino al giorno in cui Mundson torna da un viaggio con la sua nuova moglie, la sensuale Gilda, che Johnny già aveva conosciuto ed imparato ad odiare…

Il terzo uomo
di Carol Reed. Con Joseph Cotten, Alida Valli, Orson Welles.  Musica: Anton Korda.
GB. 1949. 104’
Holly Martins, scrittore americano, arriva nella Vienna del secondo dopoguerra alla ricerca di Harry Lime, un suo vecchio amico d'infanzia, ma lo trova morto. Holly presto scoprirà che  nulla è come sembra e che la realtà si nasconde nelle ombre e nei sotterranei di  Vienna.

Ascensore per il patibolo
di Louis Malle. Con Jeanne Moreau, Maurice Ronet. Musica: Miles Davis.
Francia. 1958. 88’
Florence, moglie del ricco industriale, ha come proprio amante il collaboratore più fidato del marito, Julien, ex capitano dei parà in Algeria e Indocina. I due si amano perdutamente e decidono di architettare un piano perfetto per eliminare il terzo incomodo...

Aprile 2002 -  Politeama Siracusa, Reggio Calabria

Durante le ultime stagioni cinematografiche, sia nelle rassegne che nella normale programmazione in sala, il cinema italiano è stato presente con molti film apprezzabili, tanto da far parlare di una sua "primavera", a smentita di chi ne aveva invece preconizzato la fine: un cinema dai tratti ben identificabili, che rivela l’impegno e il talento di alcuni registi e la capacità, dopo un periodo di crisi, di competere di nuovo con le altre cinematografie internazionali. Il nuovo corso del cinema italiano sembra durare anche nella stagione in atto e al desiderio di comunicare, di parlare allo spettatore, si aggiunge ancora la significativa coincidenza di gusti tra pubblico e critica.
La rassegna "Viaggio in Italia", realizzata in collaborazione con l’Edis Calabria, attraverso un'ampia proposta di film italiani della più recente produzione, (tutte prime visioni per la nostra città), vuole tracciare un itinerario geografico e tematico sulla mappa della nostra cinematografia nazionale.

Un cinema quindi che trae di nuovo ispirazione dalla realtà, dal nostro passato, dalle vicende che interessano la nostra vita.
Un particolare spazio è dato al cinema del Sud, luogo che sembra sempre più privilegiato per fare da sfondo alle contraddizioni culturali e sociali, drammatiche e ironiche, della nostra realtà nazionale.

Delle 10 giornate dedicate al cinema italiano tre sono riservate all’approfondimento critico, con la presenza di studiosi, esperti e protagonisti: una dedicata alla memoria di Pier Paolo Pasolini, una al tema "Storia e memoria"; infine una tavola rotonda, con la presenza di critici, autori ed attori, per fare il punto su questa nuova fase del cinema italiano.

Il ciclo di film:

GIOVANI
Santa Maradona di M. Ponti
Da zero a dieci di L. Ligabue

AMORE
L'amore probabilmente di G. Bertolucci
Brucio nel vento di S. Soldini

FAMIGLIA
Tre mogli di M. Risi
Amnèsia di G. Salvatores

BAMBINI
Domani di F. Archibugi
Domenica di W. Labate

CRIMINI E MISFATTI
Prima del tramonto di S.Incerti
Luna rossa  di Antonio Capuano
(con la presenza del regista)

NAPOLI
L'uomo in più di P.Sorrentino
Incantesimo napoletano di Genovese e Miniero

STORIA E MEMORIA
Non mi basta mai di G. Chiesa
I piccoli maestri  di D. Luchetti
I nostri anni di D. Guaglianone

SICILIA
Sicilia di D. Huillet e J.M. Straub
Iris di A. Grimaldi
Il  Consiglio d’Egitto di E. Greco

RICORDO DI PASOLINI
Una vita non violenta di D. Emmer
Dibattito sul tema: "Il cinema di Pasolini"
Pier Paolo Pasolini. La ragione di un sogno di L .Betti

CALABRIA
Terrarossa di G.Molteni  
Tavola rotonda sul cinema italiano di oggi
Reggio Calabria di G. Amelio
Preferisco il rumore del mare di M. Calopresti

Cinema ieri e oggi   
Arena dello Stretto - Reggio Calabria

Il titolo della rassegna prende spunto non solo dal luogo dove essa si è svolta ma anche dal rapporto tra i due sostantivi, "ieri" e "oggi", che accostati nel sottotitolo sembrano porci la domanda: quanto il cinema di oggi è il riflesso di quello di ieri?
Per rispondere a questa domanda abbiamo avvicinato in modo speculare alcuni dei film più rappresentativi del passato e alcuni tra i film più interessanti di oggi, attraverso le categorie che meglio consentono di seguire la continua evoluzione che il cinema ha avuto nella sua storia: i generi e gli autori.
Il problema non è stato quello di fare confronti contenutistici o estetici tra passato e presente, ma quello di lasciarsi catturare a avvincere tanto dai giochi di luce delle proiezioni luminose sullo schermo e sull’acqua quanto dai rimandi che i film di ieri e i film di oggi continuamente compiono scambiandosi reciprocamente luci, immagini, suoni e colori.

Riflessi quindi tra film dello stesso autore come tra film di autori diversi, riflessi tra film dei generi più rappresentativi del cinema, come la commedia, il noir, il western, riflessi tra film di cinematografie vicine tra loro, come quella americana ed europea, o distanti come quelle del medio o dell'estremo Oriente.


Estate 2001 - "Viaggio in Italia"
La dolce vita  di F. Fellini
Domani di F.Archibugi  
L'oro di Napoli  di V.De Sica
Liberate i pesci  di C. Comencini   
Il bell'Antonio di M.Bolognini
Il mio viaggio in Italia  di M.Scorsese

Estate 2000 (24-31 luglio)
Il terzo uomo di C. Reed
Pazzi in Alabama di A.Banderas  
Hollywood Party di B.Edwards
Il dolce rumore della vita di G.Bertolucci    
Io la conoscevo bene di A.Pietrangeli
Luna Papa di B.Khudojnazarov  
8 e 1/2 di F.Fellini
The Eye - Lo sguardo di S.Elliott  
Marnie di A.Hitchcock
La vita è un fischio di F.Pérez
Pulp Fiction di Q.Tarantino
Eyes Wide Shut di S.Kubrick

Estate 1999   (6-16 luglio)
L'infernale Quinlan di O. Welles
Fuori dal mondo di G. Piccioni
Del perduto amore di M. Placido
Omicidio in diretta di B. De Palma
Metropolis di F. Lang
C'eravamo tanto amati di E. Scola
Il sorpasso di D. Risi
Celebrity di W. Allen
La rosa purpurea del Cairo di W. Allen
Velevet Goldmine di T.Haynes
Tango di C.Saura
Lisbon story di W. Wenders
La vita sognata dagli angeli di Zonca
L'Atalante di J. Vigo
Grazie signora Thatcher di M. Herman
Morgan matto da legare di K. Reisz
Il silenzio di M. Malchamalbaf
Il Destino di Y. Chahine
Così ridevano di G.Amelio
Lamerica di G. Amelio

 

Rassegna cinematografica della commedia d'autore
Arena "Alberto Neri" - Catona (RC)

Il titolo della rassegna, prende spunto da una delle "Lezioni americane" di Italo Calvino in cui l'autore fa l'elogio della leggerezza come requisito fondamentale dell'opera letteraria.
Se questa considerazione ha valore per il cinema, l'elemento che caratterizza la commedia classica, fin dalle sue origini hollywoodiane, è proprio la leggerezza.
Ma da allora molte cose sono cambiate e la commedia stessa si è adattata, nel corso degli anni, ai tempi, alle mode, agli stili, alle culture, ai problemi sociali.
I film proposti vogliono evidenziare non solo come la struttura della commedia sia oggi ripresa e adattata dalle varie cinematografie nazionali, ma come essa stessa, anche se costantemente usata, subisca delle vere e proprie trasformazioni, soprattutto attraverso la contaminazione di altri generi.

Agosto 1998
Un giorno per caso  di M. Hoffman
Due mariti per un matrimonio di S. Baigelman
Big fish di S. Schwarz
Auguri professore  di  R.Milani
Polvere di Napoli  di A.Capuano

Agosto 1997
L'una e l'altra  di M. Nichetti
Mela e tequila  di A. Tennant
Ognuno cerca il suo gatto  di C.Klapisch
Amore e altre catastrofi  di E.K. Cogham
Due sulla strada di S. Frears
Kolia  di J. Sverak

Agosto 1996
That's Amore di H.Deutch
Ferie d'agosto di P.Virzì
I mostri  di D.Risi
Hong Kong Express  di W.Kar Wei
Il fiore del mio segreto  di P.Almodòvar
Sotto gli ulivi di A.Kiarostami
French Kiss  di L.Kasdan
Un americano a Parigi  di V.Minnelli
Guantanamera  di Alea-Tabio Rey
La dea dell'amore  di W.Allen
Nel bel mezzo di un gelido inverno di K.Branagh

© Copyright 2014 - Circolo del Cinema Charlie Chaplin Reggio Calabria

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi.